• RSS
    • Archivi

    • Categorie

    • Tags

     
    • Authors

        

  • I biocarburanti contro la biodiversita’

    novembre 17, 2011
    by Daniele Bargellini

    Deforestazione per olio di palma in Indonesia (Copyright Wall Street Journal)

    La relazione del Joint Research Centre (JRC) della Commissione europea stima che l’85 per cento della biodiversità sarà danneggiato in 17 mila chilometri quadrati di habitat naturali che rischiano di essere convertiti in terreni agricoli a seguito degli obiettivi della politica Ue relativa ai biocarburanti.

    Niente di tutto questo sara’ protetto ai sensi dell’attuale legislazione.

    Dopo polemiche e continui ritardi, i responsabili dell’Ue sono sul punto di decidere come affrontare le emissioni di gas serra associate al ‘cambiamento indiretto della destinazione dei suoli’ causato dall’espansione dei biocarburanti.

    Friends of the Earth Europe chiede un urgente ripensamento della politica dell’Ue in materia di biocarburanti e la fine delle sovvenzioni.

    L’UE si è impegnata ad arrestare la perdita di biodiversità entro il 2020, ma senza una riforma, sara’ la stessa politica sui biocombustibili a minare seriamente questo impegno.

    Commentando la ricerca, Robbie Blake, attivista di Friends of the Earth Europe, ha dichiarato: “I biocarburanti, un tempo considerati una soluzione, stanno spingendo in alto i prezzi dei generi alimentari in tutto il mondo, stanno peggiorando la situazione dei cambiamenti climatici ed ora è chiaro che potrebbero spazzare via gran parte della fauna selvatica “.

    La ricerca del JRC indica che gli habitat del Brasile, dell’Africa sub-sahariana e della Comunità degli Stati Indipendenti (CSI – i paesi ex-URSS) saranno i più colpiti: «L’uso estensivo di colture per produrre i biocarburanti aumenterà il tasso di perdita della biodiversità”.

    Una di queste aree, il Cerrado del Brasile – la savana con piu’ specie al mondo – è già messa sotto pressione dall’agricoltura in espansione, con 54 specie a rischio di estinzione, tra cui il pipistrello brasiliano dai grandi occhi, il formichiere gigante, il gatto della Pampa e il lupo dalla criniera.

    Lascia un Commento

    © 2011-2014 Stefano Valentino, Reporters for Interactive, Collaborative and Specialized Information (RICSI) All Rights Reserved -- Copyright notice by Blog Copyright