• RSS
    • Archivi

    • Categorie

    • Tags

    • Reporters

        

  • Foreste richiedono maggiore protezione

    febbraio 2, 2012
    by Alessandro Pasotti

    Foresta (Copyright vantaanseurakunnat)

    Secondo una recente analisi effettuata da ricercatori svedesi il tentativo di ridurre il tasso di malattie forestali gravi è stato fatto troppo tardi. Gli scienziati che hanno condotto questo studio si appellano ad una maggiore attenzione al fine di ridurre le perdite economiche ed ecologiche.

    Nell’ambito dell’ISEFOR PROJECT, finanziato dall’UE,  i ricercatori hanno esplorato gli ostacoli esistenti alla creazione di leggi contro l’insorgenza di malattie, in particolare la grave diffusione di agenti patogeni, alcuni dei quali possono aumentare gli effetti dei cambiamenti climatici.

    Parte del problema è la mancanza di una comune comprensione sul perché solo una piccola parte di agenti patogeni diventa una minaccia e perché alcune foreste diventano più suscettibili di altre a contrarre malattie. Sono molti, in effetti, i fattori biologici che influenzano le condizioni delle piante: possono andare da condizioni climatiche a particolari agenti patogeni esotici che ne alterano l’equilibrio.

    Studi epimediologici possono essere d’aiuto a rinforzare la nostra abilità nel fare predizioni su specifici elementi, comunque è possibile che una legislazione più restrittiva nei singoli paesi possa essere limitata dalla pressione del mercato libero all’interno dell’UE.

    Importante è, comunque, in caso di nuove scoperte nel campo delle malattie forestali, individuarne le cause dal punto di vista biologico creando comunicazione aperta nel campo degli addetti ai lavori al fine di fronteggiare la problematica il più efficacemente possibile.

    Lascia un Commento

    © 2011-2014 Stefano Valentino, Reporters for Interactive, Collaborative and Specialized Information (RICSI) All Rights Reserved -- Copyright notice by Blog Copyright