• RSS
    • Archivi

    • Categorie

    • Tags

    • Reporters

        

  • I biocarburanti danneggiano la Tanzania

    marzo 9, 2012
    by Stefano Valentino

    PUBBLICATO SU INTERNAZIONALE

    Bioshape

    Un progetto ambizioso per produrre energia pulita per i Paesi Bassi e in Belgio è degenerata in una controversa abuso delle risorse naturali in Africa.

    Bioshape è in bancarotta dopo aver dilapidato sette milioni di euro in un progetto di biocarburanti in Tanzania che non è mai decollato.

    Nel 2006 la società olandese ha affittato 80mila ettari di terreno nel distretto meridionale di Kilwa per coltivare la jatropha, un arbusto i cui semi contengono olio vegetale che può essere trasformato in combustibile verde.

    Il progetto della Bioshape prevedeva di esportare i semi dalla Tanzania per produrre biocombustibile nei Paesi Bassi.

    Ma, alla fine, in Europa non è mai stato spedito nemmeno un seme di jatropha.

    E la costruzione dell’ambiziosa rete di impianti di cogenerazione del biodiesel ideata dall’azienda non è mai cominciata.

    A distanza di quattro anni gli unici risultati raggiunti sono stati quelli di disboscare la foresta tropicale e sottrarre le terre agli agricoltori locali.

    Leggi l’originale storia su carta in italiano su Internazionale o l’originale storia su carta in olandese “Bioshape lascia una scia di distruzione” su NRC Handelsblad

    Lascia un Commento

    © 2011-2014 Stefano Valentino, Reporters for Interactive, Collaborative and Specialized Information (RICSI) All Rights Reserved -- Copyright notice by Blog Copyright