• RSS
    • Archivi

    • Categorie

    • Tags

     
    • Authors

        

  • OCSE: aiuti allo sviluppo UE da riformare

    aprile 27, 2012
    by Alessandro Pasotti

    (European Parliament Copyright pra.by)

    L’Unione europea è uno dei principali attori nello sviluppo globale, coordinando azioni tra i suoi 27 Stati membri e fornendo sostegno diretto ai paesi in via di sviluppo.

    La valutazione delle politiche di cooperazione e dei programmi di sviluppo della UE fatta dal Development Assistance Committee (DAC) pubblicata dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) rileva che in Europa sono state adottate misure per rendere gli aiuti più efficaci e con un maggiore impatto sociale.

    Questi movimenti hanno incluso anche una ristrutturazione di tipo organizzativo, finanziario, migliorando la coordinazione fra i vari organi in modo da integrarsi perfettamente con il tessuto sociale.

    Tuttavia, la revisione rileva inoltre che sono necessari ulteriori processi in diversi settori.

    Infatti si ipotizza che l’UE debba chiarire le responsabilità delle istituzioni che lavorano allo sviluppo, ridurre l’onere amministrativo per il personale UE nei paesi in via di sviluppo, monitorare e comunicare i risultati e seguire i paesi che emergono da situazioni di conflitto.

    La revisione presenta una serie di raccomandazioni per migliorare l’efficacia degli aiuti dell’UE allo scopo di rafforzare il suo ruolo internazionale per lo sviluppo ed il suo impatto sui paesi più arretrati.

    Inoltre sia l’UE sia i suoi Stati membri dovranno garantire che le loro politiche nazionali siano coerenti con gli obiettivi internazionali di sviluppo, al fine di raccogliere il sostegno politico e pubblico.

    Lascia un Commento

    © 2011-2014 Stefano Valentino, Reporters for Interactive, Collaborative and Specialized Information (RICSI) All Rights Reserved -- Copyright notice by Blog Copyright