• RSS
    • Archivi

    • Categorie

    • Tags

     
    • Authors

        

  • Foche minacciate dal cambiamento climatico

    maggio 1, 2012
    by Angela Faloppa

    Cucciolo di foca (Copyright animaliblog)

    Un recente studio sui consumi energetici delle foche antartiche ha sottolineato che, nonostante i modelli climatici mostrino un aumento della temperatura, le condizioni ventose e umide previste per l’ Antartide potrebbero portare a minori possibilità di sopravvivenza per i cuccioli di foca.

    “Se le stime sono corrette, cambiamenti nella disponibilità di prede e nel clima pòtrebbero far risparmiare ai cuccioli energia, con  un conseguente impatto negativo sulla capacità di transizione verso l’indipendenza alimentare”, ha detto Birgitte McDonald, una ricercatrice presso l’ Istituto di Oceanografia Scripps a San Diego.

    McDonald ei suoi co-autori hanno monitorato 48 giovani foche di Livingston Island, al largo della Penisola Antartica. E’ stata analizzata la quantità di energia ricavata dal latte della madre e consumata dai cuccioli e come questi hanno usato il loro “bilancio energetico” durante i primi quattro mesi di vita.

    I neonati ricavano circa il 60 per cento di energia dalle loro madri per la crescita. Ma auandpo crescono e le madri iniziano a lasciarli soli periodicamente, questa percentuale comincia a diminuire.

    Le modifiche e le fluttuazioni delle condizioni meteo dovute a cambiamenti climatici potrebbero influenzare la quantità di energia che i cuccioli devono investire: le previsioni indicano che, mentre la temperatura sull’isola aumenterà, gli animali dovranno affrontare un aumento delle precipitazioni, una velocità del vento superiore e nevicate invernali più forti, rendendo più difficile ai cuccioli tenersi al caldo. Essi sono infatti particolarmente sensibili alla perdita di calore, in quanto più piccoli e senza l’isolamento della pelliccia; perciò, tutti questi fattori potrebbero portare in futuro a minori tassi di sopravvivenza per i cuccioli di foca.

    Lascia un Commento

    © 2011-2014 Stefano Valentino, Reporters for Interactive, Collaborative and Specialized Information (RICSI) All Rights Reserved -- Copyright notice by Blog Copyright