• RSS
    • Archivi

    • Categorie

    • Tags

     
    • Authors

        

  • Micro impianto idroelettrico in Kenya (Copyright Zul Mukhida/ Practical Action)

    Un nuovo report del Programma per lo Sviluppo delle Nazioni Unite(UNDP) affronta il problema di come integrare accesso all’energia e creazione di posti di lavoro nell’Africa sub-sahariana, accellerando il progresso verso gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM).

    Nella regione desertica, circa 380 milioni di persone vivono ancora con meno di 1,25 dollari al giorno. L’accesso all’energia potrebbe consentire di ridurre la povertà, creare occupazione, migliorare i servizi sanitari ed educativi, e potrebbe fornire nuove opportunità per donne e ragazze.

    Tuttavia, la maggior parte di coloro che abitano nell’Africa sub-sahariana non dispone di servizi energetici moderni. Possibili soluzioni esistono, come ad esempio le opzioni energetiche off-grid e decentrate, basate sull’uso di risorse rinnovabili.

    La disponibilità di energia non si converte però necessariamente in nuovi posti di lavoro: i principali ostacoli sono la mancanza di accesso ai mercati, l’assenza di attrezzature e di competenze adeguate, l’incapacità di ricevere prestiti, nonché l’instabilità economica, politica e sociale.

    Il report dimostra attraverso casi di studio provenienti da Burkina Faso, Kenya, Malawi, Mali, Sud Africa e Sud Sudan che politiche e programmi complementari possono migliorare notevolmente l’impatto positivo dell’ accesso all’energia sulla disoccupazione, la crescita economica e il progresso verso gli OSM.

    Il documento riporta diverse raccomandazioni politiche per raggiungere l’accesso universale alle risorse energetiche, massimizzando il contributo delle energie rinnovabili e decentrate attraverso  una migliore regolamentazione e pianificazione, l’empowerment del settore privato e dell’ azione comunitaria, e la cooperazione internazionale.

    Il rapporto identifica inoltre ostacoli e punti di forza , in particolare fornendo indicazioni su come massimizzare il contributo dei servizi energetici alla generazione di occupazione e al raggiungimento degli OSM.

    Lascia un Commento

    © 2011-2014 Stefano Valentino, Reporters for Interactive, Collaborative and Specialized Information (RICSI) All Rights Reserved -- Copyright notice by Blog Copyright