• RSS
    • Archivi

    • Categorie

    • Tags

     
    • Authors

        

  • Bruxelles boccia proposta anti-nucleare

    giugno 15, 2012
    by Davide Salviati

    Manifestazioni contro il nucleare (Copyright Multimedia)

    La Commissione Europea ha respinto una petizione trans-nazionale di cittadini che proponeva di eliminare gradualmente l’uso di tutta l’energia nucleare nell’UE.

    La Commissione ha rinviato al trattato Euratom per la promozione dell’energia nucleare, dicendo che tale accordo vieta l’adozione di un’iniziativa dei cittadini contro il nucleare.

    La petizione e’ stata lanciata attraverso la cosiddetta Iniziativa dei Citadini Europei (ICE), un nuovo srumento di democrazia diretta promosso dall’UE e in vigore dall’Aprile 2012.

    L’ICE mira a coinvolgere i cittadini degli Stati membri nell’attivita’ politica dell’UE.attraverso sottoponendo all’attenzione della Commissione europea una particolare problematica e richiedere un intervento per risolverla.

    La Federazione Tedesca per la Protezione dell’Ambiente e della Natura (BUND) ha raccolto, insieme ad organizzazioni ambientaliste di 11 paesi dell’UE, le firme necessarie per richiedere l’eliminazione del nucleare in tutta Europa. Ora, la federazione dice che cercherà un esame giuridico della iniziativa respinta.

    Le richieste di iniziative anti-nucleari da parte dei cittadini riguardano  aspetti che rientrano nel Trattato di Lisbona. Ciò significa che le richieste fanno chiaramente parte della sfera di competenza della Commissione e possono essere legalmente assoggettate alle iniziative dell’ICE.

    L’ICE ha chiesto alla Commissione di elaborare gli scenari e criteri possibili per la chiusura degli  impianti nucleari europei; l’obiettivo dell’ azione è quello di salvaguardare uno dei fondamenti della tutela ambientale, il principio di precauzione, e i diritti umani fondamentali, che sono parte del trattato di Lisbona.

    Il gruppo ICE in una dichiarazione afferma che vorrebbe veder applicata una maggiore trasparenza in relazione alla registrazione di nuovi ICE. Un’iniziativa può essere respinta se in contrasto con i valori dell’Unione europea, se non è di competenza della Commissione o è “manifestamente abusiva, frivola o irritante”, secondo i criteri dell’UE.

    La Commissione europea ha dichiarato che non si protocollano ICE che propongano modifiche ai trattati europei, in quanto potrebbero essere contrarie a proposte legislative già in cantiere. Ciò escluderebbe molte  ICE già in fase preliminare, dal momento che la Commissione stessa ha il diritto di proporre modifiche ai trattati.

    Lascia un Commento

    © 2011-2014 Stefano Valentino, Reporters for Interactive, Collaborative and Specialized Information (RICSI) All Rights Reserved -- Copyright notice by Blog Copyright