• RSS
    • Archivi

    • Categorie

    • Tags

    • Reporters

        

  • ONU:il clima aumenta le migrazioni

    giugno 26, 2012
    by Davide Salviati

    Rifugiati climatici (Copyright ecolagiae)

    L’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e l’Università delle Nazioni Unite (UNU) hanno pubblicato un nuovo rapporto a margine della Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio +20).

    Il rapporto illustra il ruolo dei cambiamenti climatici nell’aumentare la vulnerabilità umana e nel guidare migrazioni anche oltre i confini nazionali, in aree caratterizzate da conflitti.

    La relazione si basa su interviste rilasciate da 150 sfollati. La maggior parte dei  profughi si sono prima trasferiti temporaneamente e poi hanno lasciato il loro paese quando diventò troppo rischioso rimanerci. Per alcuni rifugiati, le siccità e le scarse precipitazioni hanno contribuito alla loro decisione di trasferirsi, anche se nessuno di questi fattori climatici ha colpito direttamente aree caratterizzate da conflitti violenti.

    Altri rifugiati hanno dichiarato che una grave siccità ha portato alla scarsità delle colture e degli alimenti, aggravando conflitti già esistenti, fenomeni di persecuzione e repressione.

    In occasione del lancio del report, António Guterres, Alto Commissario per i Rifugiati, ha dichiarato che è “convinto che i cambiamenti climatici contribuiranno sempre più a peggiorare le emergenze di rifugiati in tutto il mondo.”

    Guterres ha inoltre invitato la comunità internazionale ad accettare i principi guida per garantire la tutela di chi è costretto ad attraversare le frontiere a causa di disastri naturali legati ai cambiamenti climatici.

    La UNHCR ha pubblicato un altro rapporto indicando che il numero di rifugiati,soprattutto per il cambiamento climatico,è destinato ad aumentare nei prossimi anni.

    Inoltre, la Convenzione sui Rifugiati del 1951 attualmente non tutela gli sfollati che lasciano le proprie terre a causa di cambiamenti ambientali o eventi meteorologici estremi. La Convenzione definisce una persona come un rifugiato, colui che viene perseguitato per motivi di razza, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale o opinione politica.

    Lascia un Commento

    © 2011-2014 Stefano Valentino, Reporters for Interactive, Collaborative and Specialized Information (RICSI) All Rights Reserved -- Copyright notice by Blog Copyright