• RSS
    • Archivi

    • Categorie

    • Tags

    • Reporters

        

  • Più investimenti nella gestione delle risorse

    luglio 3, 2012
    by Davide Salviati

    Gestione idrica (Copyright Zeroemission)

    Durante l’ultima Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio +20) i governi e le aziende partecipanti hanno definito di stanziare elevati capitali da investire in progetti finalizzati a rafforzare la gestione sostenibile delle risorse.

    Una delle risorse naturali più preziose è l’acqua,la cui scarsità potrebbe mettere a rischio l’agricoltura mondiale.

    Il vertice ha ottenuto risultati più positivi se paragonato con il primo Vertice della Terra di Rio nel 1992, dove le imprese non erano presenti e sono stati raggiunti pochi impegni di investimento.

    Il progetto comprende anche alcuni piani per ridurre drasticamente la deforestazione.

    Nonostante ciò è stato impossibile evitare le critiche da parte di alcune ONG “verdi” profondamente deluse dalla mancanza di ambizione del vertice Rio +20; tuttavia, gli imprenditori asseriscono che è improbabile come il cosiddetto “futuro che vogliamo” garantisca radicali cambiamenti economici e ambientali, ma potrebbe invece segnare un punto di svolta per un programma di crescita più attenta all’ambiente.

    Malcolm Preston, responsabile dei Servizi Sostenibili per PricewaterhouseCoopers (PwC), ha detto che durante il vertice i leader dell’ONU hanno, in modo efficace, passato il testimone delle responsabilità per la costruzione dell’economia verde allle imprese della comunità. Ha aggiunto che gli obiettivi verranno raggiunti solo se i governi coopereranno con le imprese per guidare la crescita di uno sviluppo sostenibile, prevedendo che, a seguito del vertice si vedranno sempre più partnership pubblico-privato in progetti verdi.

    Uno degli impegni più ambiziosi è stato l’ annuncio da parte del governo degli Stati Uniti di collaborare con più di 400 aziende e marchi del  Forum sui Beni di Consumo per raggiungere l’ obiettivo deforestazione zero nelle loro catene di fornitura entro il 2020.

    L’Assemblea Generale dell’ONU prevede ora di nominare un gruppo di rappresentanti provenienti da 30 paesi entro settembre per sviluppare gli obiettivi, che dovrebbero concentrarsi su settori quali alimentazione, acqua ed energia.

    Lascia un Commento

    © 2011-2014 Stefano Valentino, Reporters for Interactive, Collaborative and Specialized Information (RICSI) All Rights Reserved -- Copyright notice by Blog Copyright